Aspetto istologico del mastocitoma felino ed evoluzione a lungo termine

Ambulatorio Veterinario Dott. Scarzi Genova

PRESTAZIONI

Aspetto istologico del mastocitoma felino ed evoluzione a lungo termine

Uno studio non identifica associazioni significative tra tipo istologico del tumore e sopravvivenza

mastocitoma felinoIl mastocitoma cutaneo (MCT) felino è il secondo tumore cutaneo più comune nel gatto ma, a differenza del cane, non esiste attualmente un sistema di grading istologico per questa neoplasia. Uno studio ha registrato il segnalamento e la sede anatomica di 287 MCT inviati a un laboratorio diagnostico in UK. Si valutavano gli aspetti istologici di 86 tumori provenienti da 69 gatti con evoluzione conosciuta. Dodici gatti su 69 (17,4%) morivano per il MCT, con tempi di sopravvivenza significativamente inferiori. L’età media dei gatti affetti da MCT era di 11 anni (intervallo, 5 mesi-19 anni) senza una predilezione di sesso o stato sessuale (sterilizzazione). Alcune razze erano più suscettibili, in particolare Siamese, Burmese, Russian Blue e Ragdoll.

La sede più comune era la testa nei gatti più giovani e il tronco in quelli di età maggiore. Il numero di neoplasie presenti non aveva effetto sulla sopravvivenza. Si osservava una nuova sottocategoria di MCT ben differenziato con cellule multinucleate prominenti e 3 dei 5 gatti affetti da questa nuova forma morivano per problemi correlati al MCT.

Era presente un’associazione tra indice mitotico e tempo di sopravvivenza, tuttavia non vi erano associazioni significative tra tipo istologico e sopravvivenza, concludono gli autori.


“Feline cutaneous mast cell tumours: a UK-based study comparing signalment and histological features with long-term outcomes” Kirsty Melville, Ken C Smith, and Melanie J Dobromylskyj. Journal of Feline Medicine and Surgery June 2015 17: 486-493

Altre letture:
Mastocitoma felino: trattamento e prognosi meno definiti rispetto a quello canino